I nostri servizi

Ortopedia e Traumatologia

Ortopedia e Traumatologia

La Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia si interessa di tutte le patologie dell’apparato locomotore; l’Equipe si avvale di un approccio multidisciplinare, collaborando con consulenti specialisti in neurologia, neurochirurgia, e rieducazione funzionale. Accanto al classico ricovero ordinario, i Pazienti possono essere trattati anche in regime di Day Surgery o in Ambulatoriale complesso: la scelta avviene tenendo conto delle direttive regionali e delle necessità di ciascun Paziente.

L’Unità Operativa si occupa di:
> chirurgia protesica (trattamento della patologia dell’anca, del ginocchio e della spalla)
> chirurgia del ginocchio
> chirurgia della mano e del polso (trattamento di sindromi canalicolari, malattia di Dupuytren, dita a scatto, rizoartrosi, deformità congenite o acquisite post-traumatiche)
> chirurgia del piede (alluce-valgo, dita a martello, metatarsargie, talalgie con deviazione assiale del calcagno, piede piatto, piede cavo, ecc.)
> chirurgia del rachide (trattamento dell’ernia discale lombosacrale)
> chirurgia post-traumatologica (trattamento di tutti i tipi di frattura articolare o meta-diafisarie dei vari segmenti scheletrici)
> patologie traumatiche e post- traumatiche

Si applicano le più moderne tecniche artroscopiche quali:
> artroscopia del ginocchio (lesioni meniscali, lesioni legamentose, lesioni osteocartilaginee, ricostruzione dei legamenti)
> artroscopia della spalla (ricostruzione artroscopica delle lesioni della cuffia dei rotatori, della lesione capsulo-gleno-omerale causa dell’instabilità post-traumatica, acromionplastica nelle sindromi da conflitto sottoacromiale, lesioni osteo-cartilaginee)

La Protesi di ginocchio
L’artroprotesi di ginocchio è un intervento chirurgico sicuro per il trattamento dell’artrosi di ginocchio..
È un ‘intervento che può essere praticato agevolmente anche in pazienti con più di 75 anni.
Il recupero della deambulazione completa ed autonoma è molto precoce, circa 15-20 giorni.
L’intervento si esegue soprattutto in pazienti affetti da artrosi.
Nella malattia artrosica si determina un attrito nello scorrimento dei capi articolari che è il responsabile della rigidità, gonfiore , incapacità funzionale e soprattutto dolore.

La Protesi di anca
E’ necessaria in tutte le cosiddette coxartrosi primarie e secondarie riconducibili a deformità articolari sopravvenute, o al conflitto femoro-acetabolare, o a postumi di una frattura della testa del femore, molto frequente nelle cadute delle persone anziane o quando le cure mediche e fisioterapiche non sono più in grado di tenere sotto controllo questa patologia dolorosa e invalidante. In funzione dell’età, il paziente dopo una degenza che varia dai 5 agli 8 giorni di ricovero nella struttura ospedaliera, inizia un programma di riabilitazione. Se non si presentano inconvenienti o complicazioni la persona operata di protesi dell’anca può prevedere di tornare alla vita normale dopo un periodo che varia dalle sei alle otto settimane.
L’intervento non si presenta eccessivamente invasivo e comporta modesti rischi post-operatorii

STAFF MEDICO
Dr. Massimo Ventura Responsabile Medico
Dr. Paolo Orlandi
Dr. Michele De Meis
Dr. Stefano Ricci
Dr. ssa Daniela Placidi

CAPO SALA : Renata Cocuzzi